Dott. Giampietro Sonzogni

Via Masone, 3 - 24121 BERGAMO

Tel: 035-243108

CHIRURGIA OTO-RINO-LARINGOIATRICA

Il Dott. Giampietro Sonzogni effettua chirurgia ORL,
diagnosi e terapia delle principali patologie di orecchio, gola
e in particolare di naso e seni paranasali

PRENOTA UNA VISITA

Grazie al form dello studio medico Sonzogni
è possibile prenotare una visita e richiedere informazioni
sulle patologie che coinvolgono orecchie, naso e gola

SCEGLI DI RESPIRARE MEGLIO

Il Dott. Giampietro Sonzogni si occupa anche di chirurgia
nelle sindromi da russamento e nelle apnee notturne,
nelle patologie del cavo orale e adenotonsillare

OTORINOLARINGOIATRIA

Lo studio del Dott. Giampietro Sonzogni garantisce cure
specialistiche e trattamento medico delle patologie
della laringe e delle altre strutture della testa e del collo

Domande frequenti

Quali sono i sintomi per cui è consigliata una visita dallo specialista ORL?
Nei bambini: per problematiche inerenti a sordità rinogene, catarro tubarico, calo uditivo, tonsilliti croniche, ostacolo respiratorio diurno e notturno.
Negli adulti in caso di: cefalee, epistassi, allergie accertate, compromissione olfattoria (ipo-anosmia), asma, ostacolo respiratorio nasale, ipersecrezione nasale sierosa o purulenta, sinusiti acute e croniche, polipose e non, nelle patologie benigne delle ghiandole salivari, sindromi da russamento, apnee notturne, alterazione del timbro vocale.

Qual è la cura e quando è necessario ricorrere all’intervento chirurgico su naso e seni paranasali?
Innanzitutto la terapia di prima scelta è farmacologica (antibiotica, cortisonica, antinfiammatoria).
Qualora non vi fosse risultato positivo andranno esaminate dallo specialista le eventuali cause (blocco infetto, allergie, asma, polipi, micosi, esiti post-traumatici, neoplasie ecc…)
Spesso vanno effettuate indagini strumentali come TAC massiccio facciale, con o senza mezzo di contrasto (eventualmente completato con Risonanza Magnetica), visita pneumoallergologica, esami ematici o quant’altro.
Dopo ciò si conclude su valutazione chirurgica eventuale.

In caso venisse proposta la chirurgia fibroendoscopica naso-sinusale analizziamo alcune delle più frequenti richieste da parte dei pazienti:

1. È un  intervento doloroso?
Da quando tale chirurgia è divenuta fibroendoscopica e conservativa, assai meno che in passato. Inoltre è mini invasiva e come tale poco demolitiva. Non si usano più garze endonasali, ma tamponi di spugna e fogli di silicone veloci da togliere e mettere.

2. Quanto dura il ricovero per la chirurgia naso sinusale?
Esso va da 2 a 3 giorni, in linea di massima.
3 giorni in caso di poliposi.
All’atto delle dimissioni vengono asportati i tamponi.
Nei giorni successivi il paziente eseguirà al proprio domicilio lavaggi nasali con soluzioni saline (più volte al giorno) fino alla rimozione dopo 1 settimana  delle membrane di silicone endonasali, con semplice manovra.

3. Quanti risultati positivi vi sono?
Numerosi, con alta percentuale di successo, secondo la casistica personale.
Certo nel caso di poliposi, allergia o asma, il paziente va tenuto seguito ciclicamente per possibile replica della patologia, nel tempo.

4. Quanto tempo serve per riprendere il lavoro?
Di solito il paziente può riprendere attività lavorative leggere o di ufficio nel giro di 8 giorni dopo l’intervento tenendo lavato e curato il naso mentre, soprattutto se il paziente è esposto a fumi, vapori, polvere, dovranno passare almeno 20 giorni prima di ritornare al lavoro. La guarigione completa richiede 25-30 giorni.

È opportuno che il paziente sino a guarigione ottenuta, non faccia viaggi che lo portino lontano dalla sede di trattamento e dal proprio chirurgo.

No attività sportiva e sforzi fisici sino a completa guarigione.

L’effettuazione dell’intervento viene svolta dal Dott. Giampietro Sonzogni presso la clinica Castelli a Bergamo.

5. Quanti controlli andranno fatti dopo l’intervento?
In caso di chirurgia funzionale setto-turbinale solitamente i controlli sono 2: il primo 8 giorni dopo l’intervento e il secondo circa 25 giorni dopo l’intervento.
Invece, in caso di intervento per poliposi con o senza asma o allergia, il paziente dovrà essere tenuto sotto periodici controlli, inizialmente ravvicinati, poi annuali. Non bisogna dimenticare infatti che un paziente con polipi ed eventuali allergie, asma o intolleranza all’acido acetilsalicidico può andare nel tempo incontro a recidiva di patologia (poco frequente secondo la casistica personale del Dott. Sonzogni).

6. Liste d’attesa?
Variabili e comunque il paziente potrà concordare con la struttura clinica la data più opportuna

PRENOTA LA TUA VISITA DI CONTROLLO

Per richiedere un appuntamento o per avere informazioni compilate il form facendo attenzione a inserire i vostri dati nei campi obbligatori contrassegnati da un asterisco (*).

Informativa sulla privacy Invia